L’Italbasket verso l’esordio

Prosegue il cammino dell’Italbasket verso la fase finale dei campionati europei di pallacanestro, che inizieranno a Berlino dal prossimo 5 settembre e che vedrà gli azzurri impegnati contro la Turchia.

Il cammino di preparazione, tuttavia, sembra migliorare. Ieri infatti à arrivata la prestigiosa vittoria contro la Russia, con Gallinari che ha messo a segno ben 32 punti. Segnali incoraggianti dopo che a Capodistria, nei giorni scorsi, era arrivata la seconda sconfitta consecutiva in amichevole contro la Slovenia, che si era imposta 76-67 dopo una partita combattuta in cui Gigi Datome ha rischiato di compromettere la sua partecipazione agli europei per una un infortunio dopo soli 5 minuti di gioco.

Da quando gli azzurri sono in ritiro pre-europeo, sono arrivate dunque sette vittorie e tre sconfitte in amichevole. Il Ct azzurro si è mostrato soddisfatto della prestazione degli azzurri contro la Russia soprattutto per l’intensità e l’agonismo messo in campo dai suoi ragazzi.

Sarà per il livello medio-basso delle precedenti amichevoli, ma già contro la Slovenia, di un altro pianeta rispetto agli azzurri, Pianigiani aveva visto per la prima volta in questo precampionato un’Italia tenace e grintosa.

danilo_gallinari

UN PRECAMPIONATO CON ALTI E BASSI

Le partite che gli azzurri hanno disputato fino ad oggi, prima della sfida con la Russia, sono state utili solo in parte per diversi motivi. Nel torneo di Trento, ad esempio, la Nazionale ha affrontato Germania, Olanda e Austria senza gli stellati NBA Gallinari, Belinelli e Bargnani. A Tblisi, invece, l’Italia ha stravinto il torneo ma gli avversari (Estonia, Lettonia e Georgia) erano tutt’altro che temibili.

Da questa analisi potremmo estrarre una doppia valutazione: quella positiva è che l’Italia di fronte ad avversari più forti ha tirato fuori il carattere ed ha espresso un buon basket; quella negativa è l’inutilità di amichevoli di basso livello sia dal punto di vista tattico che da punto di vista dell’intensità e che di fronte ad avversarie più forti l’Italia è uscita comunque sconfitta.

A Eurobasket le Nazionali raccoglieranno i frutti di quanto è stato seminato nelle settimane di preparazione. Forse per questo l’Italia avrebbe dovuto affrontare più Nazionali di maggiore spessore che avrebbe consentito di capire meglio le condizioni di forma psico-fisica degli azzurri.

Adesso Pianigiani dovrà fare tesoro di quanto appreso tatticamente da queste amichevoli, miscelarlo alle belle prestazioni contro Ucraina, Slovenia e Russia, per riuscire a trovare il giusto equilibrio da portare in campo dal prossimo 5 settembre.

Da quel momento in poi, infatti, non ci saranno più avversari deboli da affrontare : nel girone ci sono addirittura 3 Top Ten del ranking FIBA come Serbia (2), Spagna (7) e Turchia (8) e, in caso di passaggio del turno, chiudendo quarta alle spalle delle tre potenze, potrebbe arrivare agli ottavi di finale addirittura la Francia. I transalpini infatti dovrebbero stravincere il loro girone, come prevedono anche gli analisti di scommesse sul basket, sia per la superiorità tecnica, sia perché il girone si gioca proprio in Francia. Anche per quello, il tecnico azzurro e tutta la squadra sanno benissimo che da sabato prossimo non servirà più solo uscire sconfitti a testa alta: l’obiettivo è quello di vincere per arrivare più lontani possibile.

© Riproduzione riservata