Nuova Gioiese: servirà un mediano da affiancare a Lombardo

Lo stakanovista viola al 99,99% sarà riconfermato a Gioia Tauro

Nella stagione appena conclusa è stato lo stakanovista della Nuova Gioiese, al pari di capitan Panuccio. Sergio Lombardo, infatti, ha disputato 29 partite su 30, saltando solo l’ultima gara, allorquando mister Dal Torrione mandò in campo quasi tutta la Juniores, visto e considerato che il torneo era già chiuso. Comunque, al momento, dalla società di c.da Lacchi non arrivano comunicazioni ufficiali in merito alle riconferme, anche perchè il sodalizio del presidente Rombolà è in una fase di programmazione, legata indissolubilmente al sostegno che l’imprenditoria gioiese metterà in campo (indicazioni importanti potrebbero arrivare dalla conferenza stampa di questa sera, che si terrà alle 18:00, presso la sala convegni di Palazzo Fallara). lombardo_dimaggio Il futuro di Lombardo, però, al 99,99% sarà ancora legato alla piazza di Gioia Tauro, la quale ha avuto modo di apprezzare le doti tecniche ma soprattutto umane di un calciatore che la Serie D la conosce a menadito, essendo la sua categoria naturale e che più si addice alle caratteristiche del “Montolivo” viola. Specialista dei calci piazzati, il regista di Marina di Gioiosa ha messo a segno ben 6 centri in campionato, un bottino niente male per un centrocampista. Indubbiamente, in una categoria difficile e dai ritmi più elevati, quale la D, Lombardo avrà bisogno di una grossa mano, magari da parte di un mediano vecchio stampo, capace di recuperare palloni in mezzo e dare respiro alla manovra. Anche per questo motivo il d.s. Battaglia si muove in sordina, alla ricerca dell’elemento in grado d’interpretare al meglio questo ruolo. Sul fronte under, invece, in attesa dello stage di domenica prossima, si continua a trattare i giovani talenti del Roccella, Sorgiovanni, Ienco e Laaribi. Al momento, però, appare più semplice l’ingaggio del centrocampista marocchino che, essendo classe ’93, in Eccellenza ha terminato il proprio “bonus” di fuoriquota.

© Riproduzione riservata